Come comunicare comodamente con i musicisti in sala

Comunicare in studio è fondamentale e spesso le posizioni dei microfoni per la ripresa degli strumenti non riescono a coprire le comunicazioni in modo efficace. Durante la ripresa di strumenti come batterie, archi, chitarre elettriche in sala abbiamo sempre il problema di sentire in modo chiaro la voce dei musicisti. Normalmente si usa posizionare un microfono apposito (il “listen mic”) che serve appunto allo scopo. Il problema è che, a prescindere dal tipo di microfono e dal posizionamento, avremo sempre l’incombenza di gestirlo per fare in modo che sia spento durante la registrazione ed il playback e acceso durante le pause: una cosa semplice di per sé ma che può diventare un peso durante una session complessa dove dovremo gestire anche i suoni, i livelli, la registrazione e perfino il campanello della porta!

Con questo semplice sistema si può ovviare al problema facendo in modo che il microfono si apra solamente quando serve.

Per prima cosa creiamo una traccia audio mono sulla quale andremo a generare con il Signal Generator un segnale lungo quanto tutta la durata della song. In questo caso ho generato un segnale a 1khz a -10dBfs. Assegnamo l’uscita di questa traccia ad un bus specifico (in questo caso il Bus 1) e poi mettiamola in “solo isolate” cliccando sul solo con il tasto command premuto.

Listen mic 1

A questo punto creiamo la traccia del Listen Mic vera e propria: una traccia Aux con ingresso sul microfono posizionato in sala ed uscita sul nostro ascolto. Inseriamo in insert un compressore (in questo caso quello standard di Protools) e impostiamo come ingresso di sidechain il nostro Bus 1 (si può scegliere dal menù in alto a sinistra dove c’è il simbolo della chiave). Attiviamolo cliccando sul simbolo della chiave in alto a destra nella sezione “side-chain” e poi impostiamo Attack e Threshold al minimo, Ratio al massimo e Release su un valore medio-basso.

Listen mic 2

Finito!

In questo modo quando saremo fermi il compressore non lavorerà mentre quando saremo in play o in record il nostro segnale entrerà nel sidechain del compressore facendolo comprimere al massimo e chiudendo di fatto il segnale del microfono.

Listen mic 3

In teoria questo metodo potrebbe essere usato anche per le comunicazioni dalla regia alla sala ma è preferibile gestirlo a mano per evitare che in qualche occasione un commento poco lusinghiero sul musicista possa essere sentito dal diretto interessato!!!

 

 

 

 

One Comment

  1. Allora non sono l’unico “nerd” che si ingegna questi sistemi!
    Grande Nicola, io uso lo stesso sistema ma come chiave del side chain uso ad esempio un over della batteria….perché succede sovente di usare come Listen Mic un mic in sala principale dove sono presenti tutti i musicisti batterista compreso…e se tengo il gain a palla per sentire i musicisti quando al drummer scappa un colpo mi sfonda le casse!!! ahahaha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *